Share

Addio tiki-taka e un nuovo De Bruyne Così Guardiola ha rivoluzionato il City

Se il Manchester City è la squadra più hot d’Europa il motivo è la sveltezza di pensiero di Pep Guardiola, che ha capito in fretta la cosa fondamentale: una nuova realtà tecnica non si cambia a forza, ma la si accoglie adattandovisi in maniera virtuosa. Ecco così che i Citizens – pur conservando tratti tipici del guardiolismo come il possesso palla al 61% e il recupero palla alto (sabato contro il Bournemouth il primo, feroce, è avvenuto addirittura sul calcio d’inizio avversario) – sono capaci di verticalizzazioni improvvise, veloci e abbaglianti, e non disdegnano l’utilizzo delle “long balls” tipiche britanniche. Esemplari, sempre con il Bournemouth, il magnifico contropiede del 2-0 di Iheanacho, condotto da un’area all’altra con cinque passaggi perfetti, il chirurgico 4-0 finale di Gundogan dopo un vortice di triangoli e tagli, e i 104 palloni toccati da Kolarov, terzino schierato centrale difensivo e, grazie al suo sinistro educato, regista arretrato capace di palle lunghe e cambi di gioco perfetti.

Article source: http://www.corriere.it/sport/16_settembre_19/addio-tiki-taka-nuovo-de-bruyne-cosi-guardiola-ha-rivoluzionato-city-4482576c-7e3c-11e6-b738-f3f4294a9e26.shtml