Share

Baseball, è morto Ralph Branca, il perdente più famoso dello sport Usa

L’uragano di carta e la palla oltre il recinto

DeLillo, nel suo romanzo, racconta così (nella elegantissima traduzione di Delfina Vezzoli) la pioggia di carta che fece nevicare sul Polo Grounds quel giorno: «Piove da tutte le parti, scontrini di lavanderia, buste rimediate in ufficio, ci sono pacchetti di sigarette schiacciati e appiccicosi involucri di gelato, pagine di promemoria e agendine tascabili, stanno lanciando dollari sbiaditi, istantanee stracciate, carta pieghettata di pasticcini, stanno strappando lettere che si sono portati dietro per anni schiacciate nel portafogli, residui di storie d’amore e di amicizie scolastiche, ormai allegra spazzatura, l’intimo desiderio dei tifosi di essere collegati all’evento, per sempre, sotto forma di rifiuti da tasca, spazzatura personale, cose che hanno una vaga impronta di identità – rotoli di carta igienica che si disfano liricamente come stelle filanti». Branca non ricordava quell’uragano di carta: ricordava solo la pallina diretta verso la linea di fondo campo, Pafko contro il muro, il guantone, e la pallina che vola via.

Article source: http://www.corriere.it/sport/16_novembre_24/addio-ralph-branca-perdente-piu-famoso-sport-americano-c235c28c-b23c-11e6-b816-d363c3de2004.shtml