Share

Caso Icardi, ecco il compromesso: resta capitano, cambia la biografia

L’incontro chiarificatore ad Appiano Gentile dopo l’allenamento è durato 70 minuti: con Icardi erano presenti il vicepresidente Javier Zanetti, protagonista di un’ardita dichiarazione prima di Inter-Cagliari che non ha aiutato a rilassare gli animi, l’a.d. Michael Bolingbroke, il d.s. Piero Ausilio, il d.g. Giovanni Gardini e il tecnico Frank de Boer. Icardi ha riconosciuto di avere romanzato l’episodio della lite con gli ultrà dopo Sassuolo-Inter raccontata nel libro, ha chiesto scusa e ha garantito che farà ristampare il volume emendato dalle pagine incriminate. Gli uomini della società — in contatto con Erick Thohir e con la proprietà Suning, assai indispettita anche perché non sapeva dell’esistenza del libro fino alla sua uscita — sono stati concordi sull’idea di lasciare la fascia all’argentino. Restano tutte le perplessità sulla mancata sorveglianza del club, che non ha mai partecipato all’editing dell’opera. «L’Inter non mi ha mai chiesto nulla e forse questo è stato un suo errore», ha osservato Paolo Fontanesi, coautore del libro. Un mancanza boomerang per l’Inter, visto per esempio che in un altro passo delicato del libro Maurito critica duramente lo staff medico ai tempi di Mazzarri e racconta di essersi curato la pubalgia da solo grazie a un medico di sua fiducia.

Article source: http://www.corriere.it/sport/calcio/serie-a/2016-2017/notizie/caso-icardi-ecco-compromesso-resta-capitano-inter-cambia-biografia-3be07108-94ac-11e6-97ea-135c48b91681.shtml