Share

Chi allena il gioco (come Sarri) non cambia la sua ricetta

È uno sperimentatore di vita, non di uomini, il suo concetto di calcio deve nascere nel particolare e diventare universale. Essendo molto difficile, è normale che Sarri si affezioni al modello che più si avvicina. È un limite? Sì, lo è. Ma è anche una differenza e andrebbe protetta. Perché è un limite? Perché è quasi impossibile tenere perfetta una formula di gioco per 40 partite, in almeno una quindicina devono salvarti i giocatori, soprattutto gli «estranei», i subentrati.

Article source: http://www.corriere.it/sport/16_ottobre_05/chi-allena-gioco-come-sarri-non-cambia-sua-ricetta-9a33e42e-8a6b-11e6-8935-fd9af6958684.shtml