Share

Europa League, Inter ko ed eliminata Avanti due gol, si fa rimontare 3-2

Analisi spietata

L’analisi spietata e onesta non lenisce la grave ferita subita, impossibile da ricucire e che farà infuriare la proprietà cinese. L’eliminazione va in archivio come fallimento della gestione De Boer («Non abbiamo perso la coppa qui», sottolinea Pioli), però il nuovo allenatore ha toccato con mano la vera natura dell’Inter: mentalmente molle e in difesa spappolata come un cartone bagnato. Nelle ultime due partite ha incassato cinque reti, è riuscita nell’impresa di perdere andata e ritorno con il Be’er Sheva (un record) e per la prima volta dopo dieci edizioni di coppa (tra Europa League e Champions) è stata incapace di passare il turno. In Israele ha perso completamente la testa, esattamente come accadeva con De Boer. Aveva chiuso il match in mezz’ora, grazie al centro di capitan Icardi (il 12° stagionale) cui in un amen si è aggiunto il raddoppio di Brozovic, arrivato a conclusione di un’azione stupenda: uno show in sei tocchi, tutti di prima. Poi il nulla, e l’Hapoel è riemerso dall’inferno approfittando delle nefandezze della difesa nerazzurra, orfana dell’infortunato Medel che Pioli nel derby aveva abbassato per garantire maggiore copertura.

Article source: http://www.corriere.it/sport/16_novembre_24/europa-league-inter-ko-ed-eliminata-avanti-due-gol-si-fa-rimontare-3-2-58df0000-b27d-11e6-b816-d363c3de2004.shtml