Share

Galliani pronto a salutare il Milan e a cominciare a scalare la Lega

Il rammarico di abbandonare il Milan proprio quando è in zona Champions, dopo tre stagioni in chiaroscuro — terminate con un ottavo, decimo e settimo posto — è palpabile. Ma la razionalità impone di guardare avanti: «I dirigenti passano, il Milan che ha quasi 117 anni di storia resta. Ciò che conta è che la nuova società prosegua nel solco di Silvio Berlusconi, sotto la cui gestione abbiamo conquistato 28 trofei e 16 secondi posti. Anzi mi auguro che la nostra era si chiuda a Doha con il 29° titolo». Poi Berlusconi resterà nel nuovo organigramma da presidente onorario mentre Galliani ha già declinato l’offerta di una permanenza nel cda da consigliere o consulente. Il futuro sarà lontano dal Milan e da Fininvest, non dal mondo del calcio. Nelle istituzioni (in Lega, non in Figc), in un’agenzia che opera nel campo dei diritti tv o in un altro club è ancora da decidere. «Magari invece resto seduto sulle panchine di Rio». Difficile crederlo (considerando che l’avvocato Romei ieri ha dichiarato di non volersi candidare alla poltrona di presidente di via Rosellini: Galliani sarebbe perciò il candidato unico).

Article source: http://www.corriere.it/sport/16_novembre_09/galliani-pronto-salutare-milan-scalare-lega-925b608e-a5ea-11e6-b4bd-3133b17595f4.shtml