Share

Il «vecchio» Lombardia stupisce con nuove salite, Aru prova a fare il Nibali

Qui invece si sale e si scende per 241 chilometri, da Como a Bergamo. Un anno fa, a percorso invertito, trionfò in solitaria Vincenzo Nibali riscattando in un giorno solo una stagione deludente. Adesso tocca a Fabio Aru provarci. E per l’occasione, l’edizione con il traguardo bergamasco che due anni fa era stata giudicata un po’ morbida (vinse comunque Daniel Martin, re della Liegi) è stata resa più complicata, appunto con due nuove salite nella parte finale. «The Abbandonato» come lo hanno già ribattezzato gli anglofoni, è il punto cruciale e si presenta dopo 176 chilometri: con 6,5 km di salita al 9,8 % di pendenza media e un punto al 15%. Dieci chilometri dopo inizia un altro viaggio verso l’ignoto (e col rischio pioggia): San Salvatore è un po’ più clemente, con 8,7 km di salita al 7% di pendenza media e un picco all’11%. Il Selvino (a 28 dall’arrivo) e il passaggio a Bergamo Alta sul pavé (al 12%) portano alla picchiata finale verso il traguardo di Piazza Matteotti.

Article source: http://www.corriere.it/sport/16_ottobre_01/vecchio-lombardia-stupisce-nuove-salite-aru-prova-fare-nibali-5d7c7f9c-8745-11e6-b094-d674d9773420.shtml