Share

Inter, errori ed equivoci: De Boer ha già finito i bonus

Meno 14 giocatori

Nessuno si augura di dover ricorrere «all’opzione addio», però De Boer è il primo a sapere di dover trovare la strada in fretta, pur tra mille difficoltà. La più pressante è proprio la sosta che gli ha tolto ben 14 giocatori, partiti per le nazionali. L’allenatore ha lamentato una scarsa condizione fisica, ma non ci potrà lavorare. Ha le sue idee, tecniche e tattiche, e prova a realizzarle. Per ora gli esperimenti sono falliti e un punto in due gare è un bottino magrissimo. Pur avendo speso 100 milioni, l’Inter resta una squadra con grandi equivoci. Su Ansaldi (infortunato) il giudizio resta sospeso, ma gli altri terzini non danno garanzie. Il centrocampo deve trovare un suo assetto. Banega regista basso non convince, Medel mezzala ancor meno. Ci si aspetta che Joao Mario risolva i problemi, può farlo ma questa resta una squadra senza un regista puro. A calcio però si può giocare in vari modi (anche senza regista), è vitale però sbagliare il meno possibile, soprattutto nella scelta degli uomini da schierare. Compito dell’allenatore è valutare (in modo corretto) chi sta meglio tra Candreva e Perisic, o trovare la posizione migliore per Eder. De Boer ha ancora pochi bonus da spendere e dal mercato non avrà più molto. L’Inter tratta la cessione di Brozovic al Chelsea ma vuole 25 milioni, Jovetic è ai saluti e torna a Firenze. Serve un difensore e Caceres resta un’ipotesi.

Article source: http://www.corriere.it/sport/calcio/serie-a/2016-2017/notizie/inter-serie-a-errori-ed-equivoci-l-inter-de-boer-ha-gia-finito-bonus-e0d8bf4e-6e1e-11e6-8bf4-ee6b05dcd2d0.shtml