Share

Inter, Joao Mario serve in fretta Ma deve sveltirsi anche De Boer

Non conosco ancora benissimo Gabigol, ma credo che l’Inter adesso abbia molto più bisogno di Joao Mario. Il problema del gioco attuale è ancor quello del tempo di Mancini, l’Inter è spezzata in due. Banega è un ottimo acquisto, ma incide poco alle spalle di tutti. Medel e Kondogbia insieme tolgono respiro alla squadra, il loro tasso tecnico diventa quello di tutto il gioco di attacco e non può bastare. Joao Mario è una mezzala che sa far tutto, ha idee verticali e sa portare il pallone. In questo momento diventa una rarità nell’Inter. Deve anche sveltirsi De Boer, saper cambiare in corsa. Forse bastava avanzare Banega nell’ultima mezzora contro un Palermo preoccupato. Dietro ai due mediani era uno spreco, non è necessario rispettare gli schemi fino al sacrificio. Manca all’Inter ancora quasi la voglia di giocare, c’è poca velocità, nessuna fantasia, discreta confusione. Questo tocca a De Boer, la mano del tecnico si vede per pochissimi tratti. E non sempre sono buone idee. Manca anche la fortuna. Il Palermo ha fatto una buona partita ma un solo tiro, peraltro deviato. È molto interessante invece come Sarri stia cambiando il Napoli per limitare l’evidenza di Higuain. I due esterni, Callejon e soprattutto Mertens sono più dentro il campo, più vicini al centravanti, lasciando a Ghoulam e Hysaj più spesso il compito di scendere sui confini del campo. Questo porta Mertens una decina di metri più vicino alla porta. Il suo dribbling a rientrare che riesce quasi sempre, ora lo libera subito al tiro.

Article source: http://www.corriere.it/sport/calcio/serie-a/2016-2017/notizie/joao-mario-serve-fretta-ma-deve-sveltirsi-anche-de-boer-b0c9b3ee-6d65-11e6-baa8-f780dada92e5.shtml