Share

Italia, lo spirito di Ventura «Sudore e lotta per vincere»

Ventura avrà il tempo per studiare la situazione e un pelo di esperienza in più nel ruolo: guarderà partite e visionerà giocatori, studierà l’Italia più adatta per fronteggiare la nuova Spagna del basco Lopetegui. Valuterà anche la ripresa di Berardi e la possibilità di anticipare i tempi della rivoluzione tattica, dal 3-5-2 al 4-2-4 per valorizzare gli esterni di qualità. L’impressione è che non sia ancora arrivato il momento. Piuttosto serve ritrovare in fretta la solidità difensiva che era l’anima del contismo, aumentare il ritmo, sfruttare meglio gli inserimenti dei centrocampisti. Qualcosa già funziona. Rispetto all’Europeo c’è un Verratti in più nel motore, un gigante in mezzo al campo. Il suo ritorno, a distanza di quasi un anno per via dell’infortunio e dell’operazione al pube, va oltre ogni aspettativa considerando che il francesino ha giocato appena due partite da titolare negli ultimi sei mesi. E Pellè, chiamato solo perché Zaza ha vissuto un’estate tormentata a causa del mercato, è un centravanti da tenere in seria considerazione. I numeri parlano per lui: due gol su due nel nuovo corso, 9 in 19 partite in assoluto. Nessuno, negli ultimi anni, ha mantenuto una media realizzativa così alta in Nazionale.

Article source: http://www.corriere.it/sport/16_settembre_07/italia-spirito-ventura-e69c0d82-7468-11e6-b267-7b6340139127.shtml