Share

Italia-Spagna, per Ventura è un battesimo di fuoco

Ventura è sembrato più a suo agio dentro il ruolo dopo le tensioni di settembre. Nel frattempo ha vinto la battaglia per gli stage, anche se solo per la Nazionale sperimentale e domani porterà il gruppo a Vinovo, nel quartier generale della Juve, che un anno e mezzo fa era stato negato a Conte. Ma i suoi successi diplomatici, ottenuti insieme al presidente Tavecchio, valgono zero se non accompagnati da una buona prova contro la Spagna. L’Italia nelle qualificazioni Mondiali non ha mai perso in casa. Ventura, invece, ha sempre fallito allo Stadium. «Ma stavolta in casa gioco io. Mi giocherei l’ultimo ciuffo di capelli per questi tre punti» confessa a RaiSport. Vincere per sfatare il tabù e smarcarsi da Conte. «Mi auguro di poter chiudere i conti con il passato, ma qualche rimasuglio resterebbe anche se vincessimo». L’altro fantasma è Balotelli. Tornerà presto? «Tre anni fa certe cose non le avrebbe dette, ma per adesso sono parole. Vengo dalla strada e sono abituato ai fatti». Quelli che fa Buffon, l’immortale. Il suo ragionamento riassume lo spirito del campione: «Mi resta poco futuro e non voglio sprecarlo. Lavoro duro perché ho ancora margini di miglioramento».

Article source: http://www.corriere.it/sport/16_ottobre_06/italia-spagna-ventura-battesimo-fuoco-0fef7286-8b30-11e6-b600-82bab359d14d.shtml