Share

Juventus, Agnelli si schiera con l’ex nemico: «Tavecchio è ok»

Da «inadeguato» come lo definì nel 2014, a figura di garanzia due anni dopo, con le elezioni imminenti: ne ha fatta di strada il presidente della Federcalcio Carlo Tavecchio, almeno nella considerazione del numero 1 della Juventus, Andrea Agnelli. Che fa un dribbling a sorpresa e finisce per schierarsi in quella che sembrava la metà campo avversaria, almeno fino all’elezione di Aleksander Ceferin, referente comune tra i due dirigenti italiani, alla presidenza della Uefa. «Il presidente Tavecchio ha espresso con atti concreti la volontà di smarcarsi da tutor più o meno invasivi che poteva avere in precedenza — sottolinea Agnelli, facendo riferimento a Claudio Lotito —. In assenza di alternative il ticket Tavecchio-Uva può offrire le migliori garanzie per le riforme del calcio spesso dichiarate e mai realizzate. Il calcio italiano limitante per la Juve? Limitante è una parola vostra: è ancora tra i migliori, i tifosi ci sono, il gioco è di livello e la passione non manca. Bastano 2-3 elementi correttivi e può tornare il numero 1 al mondo. La dimensione del nostro calcio è enorme. E avere 4 posti in Champions dal 2018 è fondamentale per tornare protagonisti anche in Europa».

Article source: http://www.corriere.it/sport/calcio/serie-a/2016-2017/notizie/juventus-agnelli-si-schiera-l-ex-nemico-tavecchio-ok-aef16e78-9ae6-11e6-97ec-60bd8f16d4a5.shtml