Share

Juventus, Allegri: « Gli altri giocano bene? Per me conta solo chi vince»

Lione in difficoltà

Non è epoca di grandeur, questa, per il Lione. I francesi sono in grande difficoltà in campionato (ottavi a -10 dalla capolista Nizza che li ha appena battuti) ed appare molto lontano il periodo dei sette titoli consecutivi (tra il 2001-02 al 200-08), con il brasiliano Juninho Pernambucano simbolo di un periodo sfociato nella semifinale di Champions League del 2010, quando i lionesi si arresero soltanto al Bayern Monaco, dopo aver eliminato il Real Madrid. Di quel Lione facevano parte, tra gli altri, Miralem Pjanic, allora talento ventenne e ora rinforzo di qualità dei bianconeri, e Alexandre Lacazette, il simbolo dei tanti campioni usciti dal vivaio dell’OL. Ruolo che ora divide con il portiere Lopes, Tolisso (in estate vicino al Napoli), Ghezzal e Fekir, il suo compagno là davanti. L’attaccante è la speranza un po’ di tutto l’ambiente lionese: la società è in ebollizione, con la guerra strisciante tra due dirigenti top del club, nonchè come Lacombe e Houllier; il tecnico, Bruno Genesio, è sotto tiro per i risultati che non arrivano. Ecco allora che proprio il ritorno di Lacazette (6 gol in 5 presenze), in campo venerdì scorso a Nizza, dopo un mese e mezzo di tormenti per due infortuni, fa intravvedere la luce in fondo al tunnel. Pjanic avverte: «Sarà una partita complicata, perchè qui i periodo di difficoltà non durano a lungo». Genesio spera altrettanto: «Credo che questo match sia una grande opportunità per i ragazzi: vincere ci potrebbe dare grande fiducia. Per quanto mi riguarda, non penso alla mia situazione, a quanto mi può accadere. Dobbiamo solo continuare a lavorare, ritrovare solidità difensiva, migliorarci e il piacere di vincere».

Article source: http://www.corriere.it/sport/calcio/coppe/2016-2017/champions/notizie/champions-league-juventus-allegri-altri-giocano-bene-me-conta-solo-chi-vince-729ea2e2-9492-11e6-97ea-135c48b91681.shtml