Share

Juventus, Mandzukic, gol ed equilibri instabili: con Higuain nulla è più come prima

Mario da Slavonski Brod è emigrato in Germania per la guerra a 5 anni, ma a 10 era di nuovo in Croazia. Ha studiato da artigiano piastrellista e ha sempre saputo mettere i tasselli della propria carriera al posto giusto. Gol dopo gol. E un trofeo dopo l’altro, considerato che ne ha conquistati già 21 fra Croazia, Germania, Spagna e Italia, compresa la Champions 2013 col Bayern. Ma qualcuno o qualcosa gli ha sempre impedito di godersi troppo a lungo il ruolo di attore protagonista. Allenatori come Magath o Guardiola. Centravanti emergenti come Dzeko e Lewandowski oppure esperti come Torres e Higuain. Il copione è stato sempre simile, a Wolfsburg, al Bayern, all’Atletico: tanti gol, ma un logorio nei rapporti (solo Ibra ha manifestato più disprezzo per Guardiola di quanto abbia fatto Mandzukic) sempre sfociato con un addio più o meno turbolento.

Article source: http://www.corriere.it/sport/calcio/coppe/2016-2017/champions/notizie/juventus-mandzukic-gol-ed-equilibri-instabili-higuain-nulla-piu-come-prima-f1bad9e6-834f-11e6-879e-4c7914542a03.shtml