Share

Juventus-Napoli, Allegri: «Non sarà una partita decisiva E Higuain non è un traditore»

Juve-Napoli da libro Cuore

Un po’ di acqua sul fuoco, dunque, di una sfida mai normale, specie ora che Higuain veste di bianconero. «È una partita da libro cuore — sottolinea Max —. Un allenatore ha due scelte: o non farlo giocare, e ci sta; oppure non dirgli niente e mandarlo in campo». Giocherà eccome, il Pipita, ancora in coppia con Mandzukic. «Higuain traditore? Ha fatto una scelta, siamo tutti professionisti — riflette Allegri —. Tutte le cose della vita iniziano e finiscono. I tifosi napoletani devono essergli riconoscenti per quanto ha fatto e Gonzalo altrettanto per l’affetto che gli hanno riservato. Credo che lui sia molto sereno e legato alla città di Napoli». Il Pipita è a secco da quattro gare ma secondo Allegri non è un problema: «I suoi numeri sono importanti, ha già fatto sette gol. Può capitare che un attaccante non segni per qualche partita, soprattutto se è alla Juve e fanno gol altri. Sono molto contento di quanto sta facendo Gonzalo, sia in fase offensiva sia difensiva. Va conosciuto ancora meglio dai compagni nei movimenti, bisogna migliorare in questo e aiutarlo. Non è importante che segni tutte le partite, ma che alla fine vinciamo lo scudetto». Il tecnico bianconero spiega poi il piano partita: «Sarà gara vera, tosta, ci vorranno grande equilibrio e pazienza. Sarri sta facendo un ottimo lavoro, il Napoli è una delle squadre che gioca meglio. È in lotta per lo scudetto ed è stata costruita per i primi tre posti. Ha grande solidità difensiva e grande velocità e tecnica con Callejon-Mertens-Insigne. Senza centravanti puro non dà punti di riferimento e quindi bisognerà stare attenti a non dare profondità e a gestire bene il pallone. Per vincere bisogna giocare bene: il calcio si gioca per i risultati ma per lo spettacolo si va al circo».

Article source: http://www.corriere.it/sport/16_ottobre_28/juve-napoli-allegri-non-decisiva-higuain-non-traditore-00a28680-9cfe-11e6-baae-ba981bf8dcd8.shtml