Share

Juventus-Napoli, Higuain-Mertens e il gioco dei 9 (vero o falso?)

Il discorso non fa una grinza. Ma i novanta minuti dello Stadium lasceranno il segno. La Juve deve vincere per evitare l’eventuale sorpasso della Roma e per spingere il Napoli lontano 7 punti, sino all’inferno. Certo, Sarri si gioca di più. E lo fa con l’handicap. Le vittorie contro Crotone e Empoli non hanno cancellato le perplessità per le tre sconfitte consecutive con Atalanta, Roma e Besiktas. Torino diventa una specie di spartiacque per il più eretico tra gli allenatori italiani. Il Napoli ci prova con i titolarissimi, architrave del suo 4-3-3, ma in attacco non può che affidarsi al tridente leggero e tecnico. Allegri dice di temerli: «Perché sono bravi, svelti e non danno punti di riferimento». Sarri avrebbe preferito l’infortunato Milik o lo squalificato Gabbiadini. Ma non è tipo da scoraggiarsi. L’anno scorso l’ha giocata per non perdere, stavolta dovrà provare a vincerla. Mertens è la luce azzurra in mezzo ai tormenti. Non è un centravanti, ma è bravo negli inserimenti e non deve farsi imprigionare dentro l’area dal muro bianconero. Callejon e Insigne, per sostenerlo, giocheranno più stretti del solito, ma senza dimenticarsi di aiutare il centrocampo. Dovrà essere un Napoli verticale e corto. Intenso, veloce, aggressivo.

Article source: http://www.corriere.it/sport/calcio/serie-a/2016-2017/notizie/juventus-napoli-higuain-mertens-gioco-9-vero-o-falso-23b89914-9d4b-11e6-baae-ba981bf8dcd8.shtml