Share

Milan, accordo raggiuntoLa società venduta ai cinesi

Condizioni uguali

Non sono invece cambiate le condizioni dell’accordo: il Milan viene venduto per 740 milioni, debiti inclusi, esiste la caparra di 100 milioni, che arriverà in due tranche, 15 più 85. Berlusconi aveva chiesto e ottenuto rassicurazioni sugli investimenti che dovranno essere messi nel Milan. Prosegue il lungo comunicato: «Con l’accordo, gli acquirenti si impegnano a compiere importanti interventi di ricapitalizzazione e rafforzamento patrimoniale e finanziario di AC Milan, per un ammontare complessivo di 350 milioni di euro nell’arco di un triennio (di cui 100 milioni da versare al momento del “closing”). Il contratto prevede anche che con il “signing” gli acquirenti mettano a disposizione una caparra, a conferma degli impegni assunti, pari a 100 milioni di euro, di cui 15 contestualmente alla firma e 85 entro 35 giorni. Durante l’intera negoziazione, nella stesura del contratto e degli impegni che esso prevede, Fininvest ha sempre avuto come obiettivo prioritario quello che il Presidente Berlusconi aveva chiaramente indicato: dotare il Milan, attraverso un assetto proprietario finanziariamente adeguato, di quelle risorse sempre più elevate ormai indispensabili per riportarlo a competere con i più importanti club del calcio mondiale». Cosa porterà il futuro vedremo, ma questa volta il futuro è iniziato davvero.

Article source: http://www.corriere.it/sport/16_agosto_05/milan-fonti-finanziarie-milan-venduto-7e01bb9a-5ae7-11e6-bfed-33aa6b5e1635.shtml