Share

Milan, Berlusconi verso la presidenza onoraria

Le attenzioni, però, ieri si sono concentrate sulle condizioni che Berlusconi ha posto per restare presidente onorario del Milan. 1) «Dovrei avere una possibilità d’intervento sul mercato avendo l’ultima parola su acquisti e cessioni e anche su questioni di campo»; 2) «Spero proprio ci sia spazio anche per Galliani. Io cercherò di far accettare questa condizione». Dichiarazioni che hanno spiazzato per primi Yonghong Li e Li Han: con i futuri proprietari c’era già l’accordo che Berlusconi sarebbe rimasto presidente onorario senza, come ovvio, alcun potere (difficile che si spenda un miliardo per non decidere), e con la cortesia però che non sarebbe stato nominato alcun «presidente esecutivo». Yonghong Li è disposto ad accontentarsi della carica di vicepresidente vicario. Questi gli accordi originari che, dopo una giornata di incontri e di verifiche sembrerebbero confermati: Berlusconi dovrebbe restare presidente onorario anche senza le condizioni. Intanto, nel dubbio, sono tutti pronti per la trasferta di Supercoppa a Doha: Marco Fassone potrebbe salire sull’aereo nella sua prima trasferta rossonera, Galliani per prudenza ha prenotato il volo. Potrebbero andare entrambi.

Article source: http://www.corriere.it/sport/calcio/serie-a/2016-2017/notizie/milan-berlusconi-presidenza-onoraria-ce791b46-b01d-11e6-a471-71884d41097a.shtml