Share

Milan, chiesti soldi e nomi in cambio di concedere più tempo per il closing

Per ottenere il rinvio i cinesi dovranno fornire garanzie. Magari proprio il 2 dicembre, faranno vedere a Fininvest che i soldi ci sono: a ora sono su conti correnti diversi (e, viene assicurato, sono di più dei 420 milioni che vanno versati; ci sono, per esempio, anche i 100 destinati alla gestione del club), potrebbero finire in un unico «contenitore». Contestualmente, saranno anche svelati gli investitori. Pare che fin qui siano stati mantenuti segreti perché si temeva che, rivelandoli prima di avere le autorizzazioni in mano, avrebbero potuto essere «contattati» da cordate alternative e in guerra con Sino Europe. Con garanzie simili, la proroga non sarà un problema, ma non sarà gratis: sarà versata un’altra cifra (da contrattare, a ora non c’è identità di vedute: diciamo dai 50 ai 100 milioni), da scontare dal totale, ma a fondo perduto. Se non si dovesse chiudere l’operazione sarà incassata da Fininvest, come i precedenti 100 milioni. «Conosco la burocrazia cinese e so che ci sono tempi molto lunghi — la spiegazione di Berlusconi —. Mi sono permesso di dire ai dirigenti Fininvest che se il giorno fissato non fossero ancora arrivate le autorizzazioni e se avessero dalle banche la dimostrazione dell’esistenza di questi soldi, potrebbero dare un po’ di tempo in più, un mese o un mese e mezzo». E ora il tema più sentito dai tifosi: che succede nel mercato di gennaio? Chi decide? Il rinvio non rinegozia i poteri di Berlusconi (che ieri ha detto «Se vogliono approfittare della mia esperienza non possono avermi solo come uomo di scena») e non rimette in discussione la futura governance; anzi il consorzio cinese potrebbe volere un ruolo più da protagonista nella transizione: perché un conto è «condividere» le scelte di mercato quando si sono versati 15 milioni (come in estate), un conto è farlo dopo che se ne sono versati, per dire, 150. Ma anche questo sarà oggetto di negoziazione.

Article source: http://www.corriere.it/sport/16_novembre_28/milan-chiesti-soldi-nomi-cambio-concedere-piu-tempo-il-closing-a9dff37c-b4dc-11e6-87d0-f5151dd4f2bc.shtml