Share

Milan, con la Lazio Montella ci riprova con Bonaventura e Abate

Così, dopo la panchina di Marassi di Carlos Bacca che ha fatto riapparire voglia, energie e istinto killer quando il colombiano è entrato in campo (tanto che torna subito titolare), alle 20.45 Montella tenta una scommessa bis e tocca a un altro «ex intoccabile», niente meno che Jack Bonaventura, prendersi una pausa. L’uomo ovunque e dovunque della scorsa stagione (trequartista, mezz’ala destra o sinistra, esterno destro o sinistro a secondo delle necessità) appare meno brillante del solito ed è strano se si guardano gli altri avvii di stagione (Bonaventura in genere entra subito in forma). È vero che fin qui ha giocato tutte e quattro le gare con il Milan, più le due con la Nazionale, ma c’è abituato: la scorsa stagione se non era infortunato era in campo, per un totale di 33 presenze in campionato, 2 da subentrato, 3 sostituzioni e sei gol. Rinunciare a Jack, giocatore di rara intelligenza calcistica, uno che può sempre inventarsi qualcosa, è una mossa coraggiosa. In questo caso nessuna discussione, anzi: Montella parla molto con Bonaventura, che resta uno dei giocatori su cui fa più affidamento, però anche in questo caso è possibile che il tecnico — forte del rientro di Kucka, che troverà posto a lato di Montolivo, con Sosa altra mezz’ala — si aspetti una scossa.

Article source: http://www.corriere.it/sport/calcio/serie-a/2016-2017/notizie/milan-la-lazio-montella-ci-riprova-bonaventura-abate-fbc8be0e-7ea3-11e6-b738-f3f4294a9e26.shtml