Share

Milan-Inter, la sfida in panchina Montella: «Spiace ma sorridiamo» Pioli: «Ora l’obiettivo è crescere»

L’atterraggio dell’aeroplanino

Sullo sfondo della stessa fotografia resta l’atterraggio dell’aeroplanino Montella, esordiente anche lui, che sperava di aver già spiccato il volo verso il secondo posto e voleva regalare una vittoria al presidente Berlusconi, chissà forse al suo ultimo derby. «Il presidente era un po’ amareggiato come noi, ma ha fatto i complimenti ai ragazzi», ha chiosato il tecnico rossonero. «Abbiamo fatto una grande partita, nonostante la difficoltà. Mi dispiace per i ragazzi, credo debbano però andare a casa ed essere sorridenti, per lo spirito che ci hanno messo e perché sono apprezzati dal pubblico». Qualche recriminazione resta a Montella. «Il gol loro del pareggio è arrivato nel finale da una palla inattiva. Mi è piaciuta molto la voglia di vincere della squadra. All’inizio gli abbiamo lasciato campo, noi siamo stati nettamente superiori nel secondo tempo. Il loro primo gol è nato da una situazione da rivedere. Il pareggio è venuto in maniera casuale, anche se è da dire che l’Inter non meritava di perdere. Però sinceramente io il bicchiere del Milan lo vedo pieno e non mezzo pieno».
Ma in fondo forse ha ragione Candreva: «È stato un bel derby, meritavamo di vincere ma per come è venuto possiamo anche accettare il pari. I miei problemi con Pioli? È ora di chiuderla questa storia perché la stiamo tirando troppo per le lunghe». Di storia l’Inter spera di averne aperta un’altra.

Article source: http://www.corriere.it/sport/16_novembre_21/milan-inter-sfida-panchina-montella-spiace-ma-sorridiamo-pioli-ora-l-obiettivo-crescere-13ac16d0-af71-11e6-8815-37f3520714e8.shtml