Share

Moto in pista, solo De Rosa vince un mondiale: a lui lo Stock 1000 sulla BMW

A conti fatti (e dopo aver consultato archivi, siti e memorie), Raffaele De Rosa in sella alla BMW stock del Team Althea di Genesio Bevilacqua è l’unico italiano – in pista – che si può fregiare del titolo mondiale. Bella sensazione, vero? “Caspita, sì, non ci avevo neppure pensato�, si stupisce De Rosa.

Ventotto anni, napoletano, fidanzato e con dieci anni di corse alle spalle tra 125, 250 e Moto2 Raffaele De Rosa ha vinto il titolo della Stock a Jerez de la Frontera ancora prima di partire, perché il suo avversario, l’argentino Mercado si è trovato con la moto ferma nel giro di allineamento. In lacrime l’argentino, sulle uova l’italiano.

Raffaele De Rosa dopo la gara di Jarez

Raffaele De Rosa dopo la gara di Jarez

“Eh sì, davvero: ho visto tutto in diretta e non ci volevo credere. La gara è stata completamente stravolta, così la mia strategia. Ero pronto alla battaglia, perché dovevo recuperare dei punti su Tati ed ero pronto a farlo. Ma così… no, non me lo aspettavo. Ed è stata durissima da gestire, perché se è vero che avevo il titolo in mano, non lo era di fatto. Dovevo stare attento a tutto. Una volta tagliato il traguardo sono stato felicissimo, ma dispiaciuto per il mio avversario�.

E l’indomani, com’è stato il risveglio? “Bello, felice, tranquillo�, risponde sorridendo di chi ha lavorato duramente e felicemente è stato ripagato.

Diciamolo: De Rosa ha conquistato il titolo con merito, perché nel corso della stagione ha vinto due gran premi (Assen e Donington), ha percorso giri veloci. E’ stato in testa al campionato. Come il suo avversario, del resto. E l’ultima gara, con un piccolo vantaggio dell’argentino, sarebbe stata il giusto epilogo di una stagione corsa a tutto gas, all’arma bianca, senza risparmi. Una bella stagione per entrambi, ed entrambi avrebbero meritato l’alloro. E’ andata meglio al nostro e da italiani ne siamo felici. Da sportivi avremmo voluto vedere il duello in pista.

DeRosa in azione domenica a Jerez

E l’anno prossimo? Anche perché archiviata la stagione 2016 con un successo c’è da guardare avanti, anche per limiti di età: De Rosa l’anno prossimo non potrà più partecipare al mondiale Stock. La giusta collocazione sarebbe la SBK, non è vero? “Sì, sarebbe il mondiale della massima categoria, ma ne stiamo parlando perché non c’è ancora nulla di definitivo. Spero davvero di passare di là, dobbiamo aspettare il termine del campionato e poi tireremo le somme�.

De Rosa, italiano, in seno al team Althea (pure italiano), ha vinto il mondiale con la BMW, tedesca. Ma com’è questa moto che vince a ripetizione tra le Stock (quattro titoli in sette anni)? “E’ una moto che trasmette subito un grande feeling, che va forte ed è altrettanto facile andare forte da subito. Più difficile andare al limite�. Ce ne sarà stato bisogno?

Article source: http://heavyrider.corriere.it/2016/10/18/moto-in-pista-solo-de-rosa-vince-un-mondiale-a-lui-il-campionato-stock-1000-sulla-bmw/