Share

Napoli, ricomincia da Kiev la lunga marcia di Maurizio Sarri

In un anno ha riportato il Napoli ai vertici del campionato italiano, prenotando direttamente i gironi di Champions. Pazienza se nel frattempo ha perso Higuain, fuoriclasse da 36 gol. Contro la Dinamo Kiev sceglierà tra Milik e Gabbiadini e si affiderà alla cooperativa del gol, unica in grado di rimediare alla produzione offensiva di un solo bomber. Turn over sia, dunque, contro i campioni di Ucraina che sono alla 16ª partecipazione alla fase a gironi e sperano almeno di ripetere il cammino della passata edizione interrotto agli ottavi di finale. Dopo la vittoria in campionato di sabato, ottenuta anche grazie al sapiente dosaggio delle energie a disposizione, Sarri riproporrà Mertens (tenuto in panchina per trequarti di gara a Palermo) e l’infaticabile Callejon come esterni d’attacco, affiderà la linea di difesa ai titolarissimi Ghoulam, Albiol, Koulibaly e Hysaj così come le chiavi del centrocampo a Allan, Jorginho e Hamsik. Dalla panchina potrà attingere come e quando vuole: il mercato sarà stato anche di prospettiva, così come lui stesso lo ha definito, ma l’esperienza di Giaccherini e la qualità di Zielinski, sono armi non troppo spuntate per stupire anche in Champions.

Article source: http://www.corriere.it/sport/calcio/coppe/2016-2017/champions/notizie/ricomincia-kiev-232d3d3a-784b-11e6-83b8-0f3d7d1c35c5.shtml