Share

Nuoto, 10 mesi di sospensione a Lochte: paga la falsa rapina a Rio

Dieci mesi di stop: è questa la pena inflitta dall’Usoc, il comitato olimpico americano, dalla federnuoto statunitense e dal Cio a Ryan Lochte, il fuoriclasse del nuoto che denunciò una falsa rapina a Rio de Janeiro per coprire, assieme a tre compagni di nazionale, il danneggiamento ad un distributore di benzina dopo una lite con la sorveglianza. A riferirlo è il sito Tmz Sport, secondo cui per due dei suoi compagni la squalifica sarà di sei mesi e, per il quarto, di quattro. Lochte, 32 anni, prossimo protagonista della versione «yankee» di «Ballando con le Stelle», ai Giochi di Rio ha vinto l’oro nella 4x200m stile libero prima di raccontare, per nascondere una «notte brava», di essere stato rapinato da finti poliziotti armati dopo una serata trascorsa in un locale. Un racconto che non aveva convinto da subito gli inquirenti e che lo stesso Lochte aveva tentato poi di minimizzare fino alle scuse ufficiali. Qualora la squalifica fosse confermata, Lochte rischierebbe di non scendere in vasca ai Mondiali del 2017, che si svolgeranno a luglio a Budapest, in Ungheria.

Article source: http://www.corriere.it/sport/16_settembre_08/nuoto-10-mesi-sospensione-lochte-paga-falsa-rapina-rio-df4fd81e-75ae-11e6-8af7-7197ea220eb4.shtml