Share

«Nuove case per il basket più accoglienti e grandiSolo così ci sarà il rilancio»

«Magari. Palazzetti di nuova generazione comportano tempi lunghi, necessitano di sinergie, tra soggetti che parlano la stessa lingua, e per questo abbiamo iniziato a discuterne anche con Lega Nazionale Pallacanestro, che segue la A2 e gli altri tornei. Intanto, però, dobbiamo curare quello che abbiamo. Stabilire uniformità di standard per pulizia, parcheggi, punti di ristoro, hospitality; insomma, riequilibrare i campi affinché il prodotto basket di serie A sia riconoscibile, indipendentemente da dove si gioca. Per rendere positiva l’esperienza degli appassionati». «Soprattutto evitare di progettare qualcosa di nuovo che nasca già vecchio — continua Zurleni —. Sogno impianti con i seggiolini dotati di sensori di prossimità, dove ti recapitano la Coca Cola senza che ti debba muovere… Da qualche parte sono già realtà».

Article source: http://www.corriere.it/sport/16_settembre_22/basket-lega-serie-a-zurleni-aeb5d36e-8041-11e6-ac5a-22bb122bde3b.shtml