Share

Olimpiadi di Rio 2016: canottaggio, tre barche italiane in finale

Canottaggio

Tre imbarcazioni italiane in finale (due senza e doppio senior, quattro senza pesi leggeri maschili) al termine delle gare di oggi sulle acque del Lagoa Rodrigo de Freitas di Rio de Janeiro. Il due senza di Giovanni Abagnale e Marco Di Costanzo con una condotta di gara intelligente ed efficace si è agganciata, sin dal via, ai favoriti australiani per poi piazzare un rush finale al cardiopalmo che li ha portati ad aggiudicarsi la propria semifinale conquistando così il pass per la finalissima, in programma giovedì alle ore 9.52 locali (le 14.52 in Italia). La seconda barca azzurra in acqua è stato il doppio di Francesco Fossi e Romano Battisti che, partiti controllati e coperti nelle posizioni di rincalzo nelle prime fasi di gara, hanno iniziato nella seconda parte una rimonta entusiasmante e in progressione che li ha portati a superare uno dopo l’altro tutti gli avversari per concludere la prova al secondo posto a soli 63 centesimi dai fortissimi lituani vicecampioni del mondo 2015. La finalissima, in programma sempre giovedì alle 10.24 locali (le 15.24 in Italia), vedrà in lizza anche Francia, Croazia, Norvegia e Gran Bretagna. Ancora una grande Italia pure tra i pesi leggeri, grazie al quattro senza di Stefano Oppo, Martino Goretti, Livio La Padula e Pietro Willy Ruta, che sin dalle prime battute ha fortemente voluto imporre agli avversari il proprio ritmo di gara. Primi al passaggio di tutti i rilevamenti intermedi, gli azzurri hanno respinto via via i tentativi di rientro degli altri concorrenti giungendo a tagliare il traguardo con 76 centesimi di vantaggio su un’arrembante Francia e con 2”40 sulla Nuova Zelanda, vincitrice quest’anno di due prove di Coppa del Mondo. In finale, programmata alle 10.44 brasiliane (le 15.44 in Italia) di giovedì, queste tre barche affronteranno Svizzera, Danimarca e Grecia.

Article source: http://www.corriere.it/sport/olimpiadi-2016-rio/notizie/olimpiadi-rio-2016-canottaggio-due-barche-azzurre-finale-1b0bac7e-5e31-11e6-bfed-33aa6b5e1635.shtml