Share

Olimpiadi di Rio 2016, fioretto-tonfo: la squadra gigante ora è piccolina

Non è andata così, ahinoi: la bocca è addirittura arida. E adesso c’è la questione del ricambio generazionale, sia maschile e femminile, in vista di Tokyo 2020. Premessa: posto che Daniele Garozzo si propone, anche per i suoi 24 anni, quale faro degli uomini e che la Errigo è l’omologo al femminile, a livello giovanile siamo messi bene. La miniera delle lame non è in esaurimento e lo provano i successi degli «under»: se sarà ancora una vena ricca d’oro, lo si vedrà. «Però sono tranquillo su entrambi i fronti: la qualità c’è» assicura Cipressa snocciolando i nomi dei vari Luperi, Nista, Rosatelli, della Volpi, della Mancini e di sua figlia Erica. In contemporanea, si lavorerà su un usato da riportare a chilometro zero. Forse Baldini lascerà: scelta di vita, andrà a studiare negli Usa. Ma uno come Valerio Aspromonte, per dire, non può sparire dalla circolazione. «E perfino Cassarà — dice il c.t. — può arrivare a Tokyo. Stesso discorso per Elisa Di Francisca, straordinaria campionessa. Quanto alla Errigo, con i mezzi che ha non può arrendersi».

Article source: http://www.corriere.it/sport/olimpiadi-2016-rio/notizie/tonfo-fiorettola-squadra-gigantee-diventata-piccolina-7d0631c4-60d4-11e6-92f0-b1559c509232.shtml