Share

Olimpiadi di Rio 2016, nuoto: Federica Pellegrini quarta nella finale dei 200 stile libero. Vince Ledecky «È la testa? Vi do un pugno» «Forse è ora di cambiare vita»

La fatica improvvisa, cattiva e fatale, è l’unico dato certo di questa misteriosa notte carioca: nella quarta vasca, quella su cui la regina ha costruito la sua leggenda – quel copyright tecnico e tattico che prevede prima l’attesa, poi la rimonta, infine l’esplosione vincente – Fede si è sciolta. Eppure non sembravano esserci le condizioni per un flop. Era partita indietro, sì, ma solo nelle posizioni: ottava ai 50 e settima ai 100. I tempi però erano in linea con quelli del Settecolli di giugno, quando aveva stabilito il suo record personale in tessuto con 1’54”55. Ed era in linea anche ai 150 quando, risalita quinta, era appena 8 centesimi più lenta di quella gara romana. Ecco perché, dopo la virata, tutti abbiamo pensato: adesso Fede fa Fede. E invece no. La 19enne cinese Shen è riuscita a risucchiarla, la McKeon no: da lei all’ultima virata aveva 67 centesimi di distacco, ne ha recuperati solo 41. La rimonta, insomma, è fallita, e Federica ha perso due volte: perché alla fine il copione tattico era ideale per lei e perché per il bronzo, maledizione, «sarebbero bastati appena due decimi meno».

Article source: http://www.corriere.it/sport/olimpiadi-2016-rio/notizie/olimpiadi-rio-2016-nuoto-federica-pellegrini-quarta-finale-200-stile-libero-vince-ledecky-268ea7c4-5e98-11e6-bfed-33aa6b5e1635.shtml