Share

Olimpiadi di Rio 2016, pallanuoto: Forza 7 Rosa, in vasca per l’oro

La ragazza ha 37 anni, ha vinto tutto (un Mondiale e tre Europei con la Nazionale, 13 scudetti e 7 Champions con l’Orizzonte Catania, la sua squadra di sempre), è leggera e forte, molto lucida a non farsi trascinare nella nostalgia e nei paragoni: «Mi chiedete spesso di confrontare queste due squadre, ma io vi dico di guardare oltre. Basta pensare a ciò che è stato, ora conta solo il momento. Queste magnifiche ragazze hanno già scritto un’altra pagina della storia della pallanuoto, e magari ne scriveranno un’altra». Tania usa spesso dire «loro», ma non perché si voglia distinguere. Al contrario, le piace esaltare l’unità della squadra, rifiutando il ruolo di leader. «Sono fiera di essere il loro capitano: mi hanno dato la possibilità di vivere un altro sogno». Perché la pallanuoto è cooperativa, mutuo soccorso, senza solidarietà si va a picco. «Quando mi chiedono qual è la caratteristica più forte del Setterosa, rispondo il Setterosa. Cioè il Gruppo. Non a caso il nostro motto è “solamente noi!”». Di questo noi, la cui potenza si coglie in un attimo guardando poche azioni di partita, Di Mario è la leader inter pares e se deve dare delle dritte lo fa in vasca, non fuori: «Se qualcosa ho saputo trasmettere loro il merito è delle lezioni imparate dalle mie compagne di 12 anni fa. Ma prima di questa partita alle ragazze non dirò proprio nulla. Che devo dire? Loro sanno già tutto».

Article source: http://www.corriere.it/sport/olimpiadi-2016-rio/notizie/olimpiadi-rio-2016-pallanuoto-forza-7-rosa-2030-vasca-l-oro-0835ea4a-6586-11e6-98cd-57efaec1056d.shtml