Share

Olimpiadi di Rio 2016, pallanuoto L’Italia vince il bronzo È la medaglia numero 26

Così, con una meraviglia piena di talento e follia, Matteo Aicardi ha sigillato la vittoria, ma mai come stavolta questa è una medaglia di gruppo. In una partita bella, tesa, sempre condotta dagli azzurri e però mai definitivamente chiusa perché il Montenegro del fenomenale Ivovic è una grande squadra e lo si è visto quando, sotto 11-8 a 2’30” dalla fine, ha riaperto la gara in un amen, ognuno si è guadagnato il suo attimo di gloria. I fratelli Presciutti, per esempio: Christian e Nicholas hanno fatto 6 gol, 4 il primo, 2 il secondo. Fratelli, signori e padroni. La geniale palombella di Nicholas sul 7-5, poi, è stata pesantissima perché ha dato il doppio vantaggio su cui speculare. E vogliamo parlare dei mancini? Ai Mondiali 2015, dove finimmo quarti, il c.t. Campagna non ne aveva portato nessuno e venne criticato. Qui ne ha portati due. Ieri hanno segnato 4 gol (uno stando in campo assieme): 3 li ha fatti Gallo, uno Nora, che da Campagna l’altro giorno si era pure preso un mezzo schiaffone perché giocava moscio. Il c.t. si è scusato, Nora ora sorride e dice che «visto com’è andata va bene così». E poi pensiamo a Figlioli che ha segnato l’altro gol azzurro, a Bodegas che giocava con un legamento del pollice rotto (e sul ring italo-balcanico non è una bella cosa), a Tempesti che a giugno era stato operato per il distacco della retina. Da vero totem qual è, il 37enne portiere non ha fatto una piega, ha fatto il leader come sempre e ieri, come Christian Preciutti, ha giocato la sua ultima partita in Nazionale. I compagni, dopo la festa in acqua, hanno cantato a Tempesti «C’è solo un capitano!». Lui li ha salutati da campione forte e asciutto, dicendo che se un giorno gli capiterà di avere nostalgia lo farà sempre con un sorriso: «Sono un uomo fortunato perché lascio con una medaglia al collo».

Article source: http://www.corriere.it/sport/olimpiadi-2016-rio/notizie/olimpiadi-rio-2016-pallanuoto-l-italia-vince-bronzo-medaglia-numero-26-607a681e-66fa-11e6-a871-4e65f9c31faf.shtml