Share

Olimpiadi di Rio 2016, salto: Alessia Trost e Desirée Rossit, ragazze «in alto» grazie a Tamberi

Quello del polo di Pordenone è un caso da manuale di buona atletica italiana. Un tecnico capace, una pista trasformata in centro federale dove si allena anche un’altra azzurra, la veneta Elena Valleortigara. L’idea che fare gruppo aiuti tutti a migliorare, come succede in ogni angolo del pianeta. Era la logica delle «piccole Formia» previste dai progetti federali che, purtroppo, sembra dare frutti solo in quest’angolo di Nord-Est. Speranze per la finale? Se la Rossit, che non ha esperienza internazionale assoluta, ripetesse il metro e 97 saltato quest’anno a Bressanone potrebbe giocarsi un posto nelle prime dieci. Se la Trost tornasse ai livelli di tre anni fa (1,98 all’aperto, 2 metri indoor) potrebbe avvicinare il podio. Non smettere di divertirsi e continuare a sognare, questo il loro motto anche domani.

Article source: http://www.corriere.it/sport/olimpiadi-2016-rio/notizie/olimpiadi-rio-2016-salto-alessia-trost-desiree-rossit-ragazze-in-alto-grazie-tamberi-cc0eb50e-657d-11e6-98cd-57efaec1056d.shtml