Share

Olimpiadi di Rio 2016, seconda medaglia per l’Italia: a Detti il bronzo nei 400 stile libero

Capolavoro tattico

È lui, il 21enne livornese allenato dallo zio Stefano «Moro»Morini, a regalare all’Italia, sedici anni dopo Massimiliano Rosolino a Sydney, un podio in una delle specialità più belle del nuoto. Gara difficile, da capire e interpretare, un po’ veloce e un po’ lenta, tra attese, surplace e quasi sempre furibondi sprint finali. Ed è su questo che Gabriele ha costruito il suo colpo, davanti al suo tifoso Matteo Renzi in tribuna. Ottavo ai 100, ottavo ai 200 in 1’51”84 (leggermente sopra i programmi), sesto ai 300 – mentre il britannico Guy faceva la lepre destinata a essere impallinata (finirà sesto) e gli assi Horton e Sun aspettavano come il serpente sotto la sabbia – il ragazzo non ha mai perso la calma. «Avevamo studiato la gara, i passaggi, la tattica», avrebbe spiegato dopo. E allora ecco l’ultimo cento che cambia la sua gara e la sua vita: il settimo cinquanta lo fa in 28”01, l’ultimo addirittura in 26”66, la sua migliore chiusura in carriera, secondo la sacra filosofia del «negative split», la seconda parte più veloce della prima. Questo gli permette di rimontare e passare Jaeger, che aveva tentato l’improvvisata in corsia uno, e Dwyer che gli stava a fianco. Alla fine sono restati davanti solo due grandi come Mack Horton, l’australiano amico di Paltrinieri (ma meno di quanto lo sia Detti, praticamente un fratello), primo in 3’41”55, e il cinese Sun Yang, che chiudeva attapirato in 3’41”68 dopo che in batteria la mattina sembrava essere in grande condizione. Per Gabriele è il record personale di 3’43”49: in mattinata, conquistando il terzo tempo assoluto, lo aveva stabilito in 3’43”95. Un chiaro segno di forma e di capacità di dare il massimo quando conta, anche se alla fine l’emozionatissimo Moro confidava che lui e il suo allievo si aspettavano qualcosa intorno a 3’42”. Ma poco cambia: «All’Olimpiade conta la medaglia, e io l’ho presa».

Article source: http://www.corriere.it/sport/olimpiadi-2016-rio/notizie/olimpiadi-rio-2016-seconda-medaglia-l-italia-detti-bronzo-400-stile-libero-a48a964e-5c3e-11e6-bfed-33aa6b5e1635.shtml