Share

Olimpiadi di Rio 2016, volleyBrasile-Italia 3-0, azzurri coraggiosi ma troppi errori nei momenti decisivi

Il Brasile ci ha fatto male con le legnate di Lipe e Wallace, con Lucas e de Souza che hanno vinto la battaglia a centro rete, con le variazioni in battuta che hanno impedito all’Italia di essere imprevedibile. Azzurra è partita bene (4-1), ma il non aver indirizzato a suo favore il primo set è stato il manifesto di un incontro vissuto sempre inseguendo, rincorrendo la battuta che non entrava, non agganciando mai quella svolta che invece era stata pescata contro gli Usa. La storia, è vero, avrebbe potuto cambiare sulle due palle fatte analizzare dalla moviola. Secondo set, l’Italia dall’11-14 aveva sorpassato, 21-20; arriva l’occasione per l’allungo, Zaytsev tira fuori ma Lucarelli sfiora. Niente da fare, punto al Brasile. Terzo set, 17-15 dopo una murata italiana. Nell’azione successiva Wallace sbaglia, il Brasile chiede il fallo a rete di Juantorena e ha ragione, anche se non sembrerebbe. Nel primo caso Azzurra ha perso la chance di chiudere la volata per l’1-1, nel secondo di accendere l’ultima luce sulle ombre della finale. Il Maracanãzinho si riempie di lacrime, festeggia pure Neymar dopo il suo oro nel calcio. Ma c’è anche la standing ovation per Zaytsev, il giocatore-simbolo del torneo. Blengini non torna sui video discussi («C’è la tecnologia, ne prendo atto»), è felice che la sua Nazionale abbia «riacceso la passione per il volley» e si rifiuta di parlare del contratto che scade oggi: «Non è il momento per farlo». A suo fianco il presidente Magri si sbilancia: «Ci sono le condizioni perché Chicco continui». E ci mancherebbe.

Article source: http://www.corriere.it/sport/olimpiadi-2016-rio/notizie/olimpiadi-rio-2016-volley-brasile-italia-3-0-azzurri-coraggiosi-ma-troppi-errori-momenti-decisivi-7c6aa910-67c9-11e6-b2ea-2981f37a7723.shtml