Share

Scandalo pedofilia nel calcio giovanile inglese: «Noi, violentati oltre 100 volte dal nostro allenatore»

«Violentato oltre cento volte»

Lui, Barry Bennell, oggi 62enne, in passato ha allenato le giovanili del Manchester City, ma anche dello Stoke City e del Crewe Alexandra Football Club. Erano gli anni Ottanta. Ne passano quindici, è il 1995, e Bennell viene arrestato per la prima volta in Florida. L’accusa: «Abusi su minori». Viene rilasciato, ma resta libero per poco. Nel 1997, Ian Ackley rompe il silenzio e racconta: «Sono stato violentato oltre 100 volte, quando avevo tra i 10 e i 14 anni». Giocava nel Crewe Alexandra, era appena un bambino. Lo allenava proprio Bennell. «Poco dopo aver iniziato a giocare per lui, mi invitò a casa sua – aveva spiegato – Gli abusi sono cominciati subito». «Quello che posso raccontare è la paura, la sensazione di non poter fare nulla davanti a una figura così carismatica» spiega Ackley. «Sono stato violentato centinaia di volte, è come se avessi perso una parte di me stesso» ha aggiunto in un’intervista recente. L’allenatore finisce di nuovo in manette, viene processato e condannato a nove anni di carcere: è riconosciuto colpevole di 23 capi di imputazione, per episodi di violenza ai danni di sei ragazzi fra i nove e i 15 anni.

Article source: http://www.corriere.it/esteri/16_novembre_25/scandalo-pedofilia-calcio-giovanile-inglese-noi-violentati-oltre-100-volte-nostro-allenatore-eb7ac540-b31b-11e6-8c2b-10dff319d9b4.shtml