Share

Serie A. Espulsioni e difesa, i dolori del giovane Milan

Sarà, ma resta forte la sensazione di un certo nervosismo che, generato dalle incertezze societarie e soprattutto dal fatto che il Milan è un club venduto ma non comprato, serpeggia tutt’attorno all’ambiente rossonero. Al netto delle legittime interpretazioni autentiche, è chiaro come al tecnico il mercato modesto non stia andando giù. Prendiamo i due punti deboli, difesa (sei gol presi in due partite) e centrocampo (a Fuorigrotta quasi 40 passaggi sbagliati, troppi per uno come l’Aeroplanino che fa del possesso palla l’architrave della sua ideologia calcistica): sabato l’unico volto nuovo rispetto alla stagione scorsa era quello di Gustavo Gomez, il quale ha confermato certe voci insistenti sul suo conto — buono ma troppo falloso — e non ha superato l’esame. Napoli ha poi dimostrato una volta di più come al Milan occorra un vice Montolivo, e significativo è il fatto che Montella abbia di fatto escluso la soluzione Pasalic, l’ultimo arrivato («non ha mai giocato davanti la difesa, sarebbe da costruire»).

Article source: http://www.corriere.it/sport/calcio/serie-a/2016-2017/notizie/serie-a-espulsioni-difesa-dolori-giovane-milan-cc7b6dee-6d56-11e6-baa8-f780dada92e5.shtml