Share

«Togliti la fascia pagliaccio», la curva nord dell’Inter attacca Icardi e lui manda una lettera d’amore ai tifosi

Il libro

Nel libro Icardi racconta che al termine di Sassuolo-Inter avrebbe affrontato la curva-Nord a fine gara e di aver regalato la maglia ad un bambino, maglia che sarebbe stata strappata dalle mani del piccolo da parte di un tifoso che gliela avrebbe gettata indietro. Qui scrive Icardi: «gli ho urlato: pezzo di merda, fai il gradasso e il prepotente con un bambino per farti vedere da tutta la curva? Devi solo vergognarti, vergognatevi tutti. Detto questo gli ho tirato la maglia in faccia. In quel momento è scoppiato il finimondo». Più avanti Icardi aggiunge, sempre nel libro: «Nello spogliatoio vengo acclamato come un idolo… I dirigenti temevano che i tifosi potessero aspettarmi sotto casa per farmela pagare. Ma io ero stato chiaro: “Sono pronto ad affrontarli uno a uno. Forse non sanno che sono cresciuto in uno dei quartieri sudamericani con il più alto tasso di criminalità e di morti ammazzati per strada. Quanti sono? Cinquanta, cento, duecento? Va bene, registra il mio messaggio, e faglielo sentire: porto cento criminali dall’Argentina che li ammazzano lì sul posto, poi vediamo”».

Article source: http://www.corriere.it/sport/calcio/serie-a/2016-2017/notizie/togliti-fascia-pagliaccio-curva-nord-dell-inter-attacca-icardi-3945e69e-9380-11e6-b6f7-636834b27d39.shtml