Share

Tsipras, lo stopper più detestato del calcio greco

Parola d’ordine «pulizia»

La parola d’ordine del governo è «pulizia». Ma le incrostazioni sono tante e derivano quasi tutte dalla rivalità senza esclusione di colpi tra i grandi club, Olympiacos, Panathinaikos e Paok su tutti: la connivenza tra ultrà violenti e club, la corruzione, legata anche alla questione arbitrale e la crisi economica hanno reso il calcio greco una minaccia per se stesso: Uefa e Fifa monitorano la situazione perché le ingerenze del governo, anche se necessarie, sono un’anomalia che potrebbe costare l’Europa ai club greci. La replica del presidente della federcalcio, Giorgios Girtzikis, al rinvio del campionato è una dichiarazione di guerra: «Kontonis crede di essere il calcio. Da quando è ministro le sue azioni provano che il suo obiettivo principale è quello di distruggere lo sport greco, strangolare i club dal punto di vista finanziario, annichilire le squadre nazionali e ridurre alla miseria gli atleti».

Article source: http://www.corriere.it/sport/16_agosto_25/tsipras-stopper-piu-detestato-calcio-greco-d7855210-6a2a-11e6-a553-980eec993d0e.shtml