Share

US Open , è il giorno di Lorenzi«Murray favorito, partiamo da 0-0»

Sorprese nella notte

Non sono mancate le sorprese nella notte a stelle e strisce. Salutano per esempio Marin Cilic e John Isner, battuti rispettivamente da John Sock e Kyle Edmund. E proprio il britannico sarà il prossimo avversario di Novak Djokovic, a cui sono bastati sei game, visto il ritiro per infortunio (coscia) di Mikhail Youzhny, per approdare agli ottavi. Uno stop che non è piaciuto a Nole, tanto da lasciarsi scappare pure una parolaccia sul momento. «Non mi era mai capitato in carriera nello stesso torneo di vincere un incontro senza giocare e poi quello successivo dopo pochi game – il commento a caldo del numero 1 del ranking, che già al secondo turno aveva usufruito del forfait di Vesely – Mi dispiace per Mikhail, per il pubblico che era venuto ad assistere alla partita e anche per me, avrei preferito rimanere in campo di più, anche per saggiare le mie condizioni. Non posso che prendere le cose positive da questi sei game, cioè le buone sensazioni che avevo e l’intensità con cui avevo cominciato il match. E ora andrò ad allenarmi un po’…». Sarà invece Sock l’avversario negli ottavi di Jo-Wilfried Tsonga, abbastanza facile la sua vittoria su Kevin Anderson, mentre Gael Monfils, numero 12 Atp e decimo favorito del torneo, approda al quarto turno in maniera ancora meno sofferta, regolando 6-4, 6-2, 6-4 lo spagnolo Nicolas Almagro. Monfils troverà sulla sua strada il cipriota Marcos Baghdatis, per la prima volta agli ottavi a New York, a 31 anni.

Article source: http://www.corriere.it/sport/16_settembre_03/us-open-giorno-lorenzi-ae7df806-71a8-11e6-a5ab-6335286216cb.shtml